turismo.jpg
Ti trovi qui:Home»Turismo»L'assessore al Turismo, Enzo Acito, commenta i dati sul turismo a Matera

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 10 Aprile 2017 08:44

L'assessore al Turismo, Enzo Acito, commenta i dati sul turismo a Matera

“Lo straordinario risultato registrato dal Centro Studi turistici di Firenze e presentato da Confesercenti (in totale distonìa con quanto diffuso dalla rappresentanza materana nei giorni scorsi)  in occasione della presentazione della 21ma Borsa del Turismo delle città d’arte, segna un cambio di passo significativo nella storia di Matera”.


Così l’assessore al Turismo Enzo Acito commenta il 152,4% in più di presenze a Matera registrato negli ultimi sette anni.
“I dati – prosegue – devono, perciò essere considerati uno stimolo e non un traguardo raggiunto e per questo la parola d’ordine deve essere turismo sostenibile, ovvero un meccanismo di promozione concentrato sull’unicità di un luogo come Matera e sull’offerta di qualità che siamo intenzionati a rafforzare e sostenere.
Il lavoro che l’amministrazione comunale sta svolgendo, anche attraverso i progetti di rafforzamento della banda ultralarga nei Sassi, muoveranno al tempo stesso il contesto produttivo in un luogo millenario che l’Unesco ha tutelato dal 1993. Guardiamo al futuro convinti che Matera abbia accresciuto in modo esponenziale il suo ruolo fra le città d’arte, ma consapevoli che anche la recente designazione a Capitale europea della Cultura faccia della nostra città un sito di interesse non solo europeo.
Questo significa investire in termini di qualità delle strutture e dell’offerta.
Matera rappresenta il sud che sa costruire senza rinnegare il passato, che offre al mondo la visione millenaria di una città che deve alla forza della propria comunità, il significato dello sviluppo.
Per questo – conclude l’assessore Acito - i dati diffusi da Confesercenti non possono che essere propellente energetico per le nostre azioni future”.

Condividi

Facebook